Salvia e limone. Cheers!

Sapevate che i Romani chiamavano la salvia salus salvus ovvero sano e salvo?
Come sempre, la sapevano lunga! La salvia, scientificamente salvia officinalis, infatti, é una pianta officinale ed aromatica infinitamente ricca di proprietá benefiche e curative per il nostro organismo.
La salvia é tipica dell’area mediterranea, difficile quindi, non conoscerla. Cresce spontaneamente ma si presta benissimo alla coltivazione domestica, fa dei gran bei cespugli che possono raggiungere gli 80 cm di altezza ed i suoi fiori sono di un bellissimo color lilla delicato tendente al blu.

La salvia contiene innumerevoli sostanze preziose tra cui vitamina C e B1, acido glicemico, ursolico, oleanolico, rosmarinico, caffeico e salvina. Contiene anche flavonoidi ed enzimi, oltre a tujoni e chetoni. Quest’ultimi (tujoni e chetoni) sono le sostanze che potrebbero intossicare il nostro organismo in caso di abuso  (un mazzetto di salvia fresca al giorno …. due litri di decotto di salvia al giorno!).
Tutte le altre sostanze sono invece assolutamente di supporto e di grande aiuto al nostro corpo. La salvia aumenta le secrezioni gastriche, per esempio, il che favorisce sensibilmente la digestione. Ecco perché il decotto di salvia é molto indicato in caso di mal di stomaco e/o indigestione. Le sue proprietá antibatteriche e disinfettanti invece sono di grande aiuto in caso di infiammazioni del cavo orale come ascessi e gengiviti.
Infine, in caso di mal di gola o difficoltá respiratorie causate da un raffreddore -per esempio- possiamo contare sulle sue proprietá balsamiche estraendone i principi attivi per mezzo di tisane e suffimigi o fumenti.
Il sapore della salvia concentrata, peró, é piuttosto amaro. Non particolarmente gradevole al palato, ecco. È per questo, oltre che per le proprietá, che ho voluto aggiungere anche il limone.

DSC06061.JPG

Del limone amiamo e consumiamo perlopiú il succo, la buccia per decorazione.
In realtá ci sbagliamo di grosso, io per prima. Perché é proprio nella buccia che si concentrano le eccellenti proprietá benefiche del limone.
Le scorze di limone, infatti, sono altamente disintossicanti, combattono i radicali liberi che giorno dopo giorno accumuliamo nell’organismo, proteggono e supportano il fegato nell’eliminazioni dei nostri scarti, sono ricche di vitamina C e riducono i gas intestinali (sollevandoci da quel fastidiosissimo gonfiore addominale che accompagna tanti dopocena!). L’altissima concentrazione di vitamina C fortifica il nostro sistema immunitario e le sue qualitá antinfiammatorie ci proteggono da virus indesiderati.

Da qui, l’accostamento salvia e limone.

Come per tutte le piante delle quali vogliamo sfruttare le proprietá benefiche, i modi più indicati per estrarne i principi attivi sono: i macerati, gli infusi o tisane ed il decotto.

La preparazione di un macerato prevede l’immersione delle foglie, bucce o fiori in acqua fredda. Dovranno restare a bagno in questo modo per 3-4 giorni (mescolando di tanto in tanto), il tempo necessario affinché le cellule vegetali -per osmosi- si rigonfino rilasciando nell’acqua i loro principi attivi.
A questo punto, l’acqua va filtrata, e può essere bevuta.
Per un litro di macerato di salvia e limone:
1 l d’acqua fredda + le bucce di due limoni + 6-7 foglie di salvia

DSC06055.JPG

Gli infusi o tisane, invece, prevedono l’uso dell’acqua calda. L’acqua va portata a bollore, tolta dal fuoco ed a questo punto vanno aggiunte le piante che andranno lasciate in acqua fino a completo raffreddamento. Ovviamente, prima di berla, la tisana va filtrata e zuccherata a piacere (con miele o stevia sarebbe l’ideale!).
Per un litro di tisana al limone e salvia:
1 l d’acqua bollente + 3-4 foglie di salvia fresca o 2 cucchiai di salvia essiccata + scorza di 1 limone.
A piacere (ma lo consiglio perché é buonissimo), dopo averla filtrata potete aggiungere il succo del limone.

Per il decotto le piante vengono immerse in acqua fredda, in un pentolino, e poi portate a bollore. La cottura é molto breve, 3 minuti.
A questo punto va stemperato, filtrato e finalmente bevuto.
Per il decotto di salvia e limone, andranno benissimo le stesse dosi della tisana.

Oggi vi ho proposto delle mini “ricettine”, insolite -forse- ma a mio parere molto utili per godere delle proprietá benefiche delle piante officinali.
In questo caso un’accoppiata vincente, preziosissima alleata del nostro corpo.
Ladies and gentlemen, Salvia & Limone!

DSC06075.JPG

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...