Aubergine embrace

Ieri, mi son ritrovata inaspettatamente qualche oretta libera in più, e -non so perchè- ho deciso di mettere a posto la dispensa ed utilizzare così finalmente la mia ingombrante scorta di contenitori salva freschezza.
Quello alto e stretto per gli spaghetti cominciati, quello piccoletto basso e largo per la tavoletta di cioccolata a metà, uno per i cereali, quell’altro per i ceci e quello bello grosso per i conchiglioni… insomma, alla fine, gira e rigira, m’avanzano tre pacchetti di riso con un pugnetto di riso a testa. Così. Senza contenitore.

Un affronto, mi dico, quando al Suo rientro vorrò mostrargli fiera il mio maxi tetris in dispensa. Che figura ci faccio?! Mò?!
E mò ci faccio qualcosa, che altro.
Ed è nata questa specie di torta salata alias sformato di riso, cavolo nero e melanzane.
Buonissimo, speziato, interessante e di sicuro successo.

DSC02950

Ingredienti per una torta da 20cm Ø:

. 1 melanzana grande lunga palermitana
. 150 gr di riso Basmati
. 1 mazzetto di cavolo nero
. 6/7 fettine di bacon
. 3 cucchiai di sesamo
. scorza grattugiata e succo di 1/2 limone
. 3 cucchiai di Vin Santo
. 1 cucchiaio di semi di cumino
. 1 cucchiaio di semi di cumino nero
. 1/2 cucchiaio di semi di coriandolo
. 20 stimmi di zafferano
. olio extravergine d’oliva
. sale
. pepe di Cayenna
. 2 spicchi d’aglio
. 1l di brodo vegetale
. 1 cipolla rossa medio-piccola

Questo l’andamento:

  1. Mettiamo a bagno in una tazzina da caffé riempita a metà con dell’acqua molto calda, gli stimmi di zafferano.
  2. Scottiamo per qualche minuto il cavolo nero in acqua bollente con poco sale, scoliamo e mettiamo da parte.
  3. In un mortaietto, pestiamo 2 cucchiai di sesamo, il coriandolo, il cumino, il cumino nero e sale.
  4. Prepariamo 1 litro di brodo vegetale.
  5. In un tegame soffriggiamo la cipolla a dadini ed uno specchietto d’aglio con due cucchiai d’olio extravergine d’oliva. Appena la cipolla sarà lucida e morbida, aggiungiamo il riso e tostiamo con passione, mescolando spesso.
    Aggiungiamo il pesto di spezie, mescoliamo e tostiamo ancora un poco.
    Adesso sfumiamo con il Vin Santo, lasciamo che assorba tutti i profumi delle nostre spezie e proseguiamo la cottura del riso a fuoco medio, aggiungendo un mestolo di brodo alla volta.
    Aggiungiamo la scorza grattugiata ed il succo di limone, mescoliamo, lasciamo che il riso s’asciughi e togliamo dal fuoco.
    Aggiungiamo buona parte degli stimmi di zafferano insieme all’acqua d’ammollo, mescoliamo e mettiamo da parte.
  6. In una padella, con un cucchiaio d’olio d’oliva ed uno spicchio d’aglio, saltiamo brevemente il cavolo nero tritato grossolanamente; saliamo, pepiamo e mettiamo da parte.
  7. Tagliamo la nostra bella melanzana a fettine piuttosto sottili (5mm di spessore, c.ca).
    Friggiamole in olio d’oliva un minutino per parte. Adagiamole su della carta assorbente affinché perdano l’olio in eccesso, saliamo appena e mettiamo da parte.
  8. Preriscaldiamo il forno a 200°C.
  9. Ungiamo leggermente la nostra teglia dal bordo apribile e rivestiamola con le fettine di melanzana, tenendone da parte 2. Immaginiamo che le fettine di melanzana siano dei petali di margherita, ed il centro della teglia il pallino giallo con il polline.
    Sistemiamo cosi le fettine di melanzana, facendole partire dal centro, salire su per i bordi e penzolare per la restante parte, oltre il bordo della teglia.
  10. Adesso grigliamo il bacon e sistemiamo sua croccantezza alla base della nostra torta.
    [Ho utilizzato il bacon perché al mio nanetto piace un mucchio e perché non avevo altro in casa in quel momento, ma le variazioni sono infinite. Dagli straccetti di pollo o tacchino, passando per quelli d’agnello, fino alla mia variante preferita: Baccalà!]
  11. Procediamo con uno strato di cavolo nero ed infine il riso.
    Pressiamo leggermente col dorso d’un cucchiaio (o con la mano!).
    Al centro della nostra torta sistemiamo le due fettine di melanzana che avevamo tenuto da parte, ed una alla volta ripieghiamo i lembi di melanzana che penzolava dai bordi, “chiudendo” la nostra torta.
  12. Spolveriamo con il restante sesamo ed il pepe di cayenna ed inforniamo per 15 minuti circa.
  13. Sforniamo e spolveriamo con gli ultimi stimmi di zafferano e lasciamo stemperare qualche minuto.
    Sformiamo e serviamo caldino.
  14. ‘n é buono?!

Soundtrack: Led Zeppelin, Immigrant Song

DSC02959

Ingredients for a 20cm Ø backing tin:

. 1 big long aubergine
. 150 gr Basmati rice
. 1 bunch collard greens
. 6/7 slices bacon
. 3 tbsp sesame seeds
. zest&Juice of 1/2 lemon
. 3 tbsp Vin Santo
. 1 tbsp cumin seeds
. 1 tbsp black-caraway seeds
. 1/2 tbsp coriander seeds
. 20 safflower petals
. extravirgin olive oil
. salt
. Cayenne pepper
. 2 cloves garlic
. 1l vegetable broth
. 1 medium size Red Onion

DSC02945

Preparation:

  1. Soak the safflowers petals in a cup of espresso coffee half full of hot water.
  2. Blanche for a few minutes the collard greens (clean!) in boiling water with a pinch of salt, drain and set aside.
  3. Using a mortar, crash 2 tablespoons of sesame seeds, coriander, cumin, black-caraway and salt.
  4. Prepare the vegetable broth (ideally with fresh vegetables, but a good vegetable broth powder will work too!)
  5. Warm 2 tablespoons olive oil in a large saucepan over medium-high heat.
    Stir in the chopped red onion and a clove of garlic and cook until soft, about 2 minutes. Add rice, stirring to coat with oil, about 2 minutes. When the rice has taken on a pale, amber color, add the crushed spices and pour in Vin Santo, stirring -with passion- constantly until the wine is fully absorbed.
    Add a scoop broth to the rice, and stir until the broth is absorbed. Continue adding broth 1 scoop at a time, stirring continuously, until the liquid is absorbed.
    Add the zest and lemon juice and stir.
    Add 2/3 of the safflowers petalsa. Now our rice is al dente.
    remove from the heat and set aside.
  6. Warm 2 tablespoons olive oil in a medium non-stick pan over medium happy heat, stir in the coarsely minced collard greens, add salt and pepper.
    Sauté a couple of minutes and set apart.
  7. Thinly slice the aubergine lengthwise, fry the slices in olive oil 1 minute each side.
    Let the aubergine slices drain on a paper towel. Sprinkle with a little bit salt.
  8. Preheat the oven to 200°C.
  9. Grease a baking tin with removable edge. Set aside 2 slices aubergine, and use the remainig slices to coat the tin. Lay the slices in a daisy shape, from the center covering the whole bottom and then up to the edge, letting the slices overhang beyond the edge.
  10. Grill the bacon slices and lay them on the bottom of our aubergine cake.
    [I used bacon because my son loves it, but you can use any kind of meat you like… chicken strips, pulled lamb or even -my very favorite variation- cod.]
  11. Cover the bacon layer with the collard greens followed by the rice.
    Press with a spoon (or the hands!)
    Lay the two aubergine slices on top of the cake, “close the daisy” folding in the overhanging aubergine slices.
  12. Sprinkle with the remaining sesam seeds, Cayenne pepper and let bake for about 15 minutes.
  13. Add the last safflower petals and allow to cool a few minutes.
    Remove the edge of the baking tin, cut into wedges and serve.
  14. Isn’t it gorgeous?!Soundtrack: Led Zeppelin, Immigrant Song
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...